SESTOLA 2017

 

Si è conclusa la settimana dedicata allo sci relativa al Progetto “Attività Sportiva in Ambiente Naturale”.

Gli alunni del Berenini, in totale 82, hanno soggiornato 5 giorni dal 23 al 27 gennaio a Sestola, con l’obiettivo di vivere la Scuola nella natura, nella spettacolare cornice innevata del Monte Cimone nell’Appennino modenese.

I docenti  Mongardi Alfonso, Pelizzari Alessandro, Bosco Francesca, Preziosi Mariagrazia, Furia Paolo, Meneghetti Massimo e Ceci Mario hanno guidato gli alunni sulle piste perfettamente innevate di Passo del Lupo dove i Maestri di Sci della località hanno insegnato i segreti dello sci alpino e dello snowboard.

Nell’innovazione della Scuola si parla sempre di più sperimentazione, laboratori e di mettere in pratica le nozioni acquisite. Allora cosa c’è di più innovativo di un periodo vissuto h24 per 5 giorni consecutivi applicando la teoria, la didattica, la tecnica responsabilmente ed in autonomia sotto la sorveglianza di esperti tutor? Questo è il progetto “Attività Sportiva in Ambiente Naturale” che, con lungimiranza, da 23 anni prosegue con successo al Berenini!

Complimenti vivissimi agli 82 alunni che hanno ricevuto gli elogi dai Maestri di Sci e dalle titolari dell’Hotel Tirolo per l’educazione e la responsabilità evidenziata durante il soggiorno.

E’ stata un’esperienza stimolante sia dal punto di vista didattico che della maturazione personale, a conferma che il progetto ha una validità formativa importante per la crescita dei ragazzi.

 

A testimonianza della positiva esperienza, il pensiero di Bianca Luisetti della classe 3B LSA:

 

“Bella neve, paesaggio mozzafiato, sole splendente, compagnia divertente, albergo confortevole, ottima organizzazione, viva la settimana bianca a Sestola!

E' stata un'esperienza stimolante che ci ha dato la carica per affrontare la seconda metà di anno scolastico.  E' un modo intelligente ed economico per permetterci di migliorare le nostre capacità sciistiche, conoscere tante persone nuove, imparare a condividere esperienze e spazi comuni rapportandosi con gli altri e maturare a livello personale. Inoltre è un'esperienza salutare perché ci permette di fare attività fisica stando all'aria aperta.

Un grande grazie ai professori che l'hanno organizzata e ci hanno accompagnato e ai genitori che ci hanno permesso di partecipare!” (Bianca Luisetti 3B LSA)


Pubblicata il 01 febbraio 2017

Condividi