Condividi

A. Berenini
Agostino Berenini nasce a Parma nel 1858. Dopo la laurea in Giurisprudenza si dedica all'insegnamento e nel 1883 consegue la libera docenza in Diritto Penale. Dopo alcuni anni di servizio all' Università di Sassari, diviene Ordinario all' Università di Parma di cui sarà Rettore dal 1919 al 1925. Succedendo a Luigi Musini, nel 1892 viene eletto Deputato per il collegio di Borgo San Donnino; viene rieletto fino al 1921. Dal 1917 al '21 è Ministro della Pubblica Istruzione. Nel 1921 è nominato Senatore: in tale veste si oppone al varo della nuova legge elettorale sostenuta dal partito fascista. E' una delle sue ultime prese di posizione politiche. Durante il periodo fascista si dedica all'insegnamento e all'esercizio della professione di avvocato. Muore a Roma nel 1939.
Lega il proprio nome a numerose iniziative economiche e sociali a favore del territorio di Borgo San Donnino con particolare riguardo alle categorie più deboli. Promuove campagne di alfabetizzazione dei ceti popolari, conscio del ruolo vitale dell'educazione e dell'acculturazione per il progresso sociale; sostiene il nascente movimento cooperativo e favorisce una politica di investimenti in opere pubbliche che contribuiscono al decollo economico del territorio. In ricordo dei suoi meriti nel campo dell'educazione e della cultura e della sua opera in favore di Borgo San Donnino e della sua gente, il primo Consiglio di Istituto ha chiesto che l'ITIS fosse intitolato al suo nome.