Il presente regolamento trae ispirazione e norma dalla Carta Costituzionale della Repubblica, dalle norme generali enunciate nel D.Lgs. n.297/1994 e dallo Statuto delle Studentesse e degli Studenti (D.P.R. n. 249/1998, come integrato dal D.P.R. n. 235/2007 e dalla direttiva n. 104/2007). Il fine che con esso si intende realizzare è di favorire la corretta partecipazione alla vita della scuola, intesa come entità che interagisce attivamente con la più vasta comunità sociale e civile. Se è vero che la scuola è un servizio che la società riconosce come fondamentale, ne consegue l’impegno civile degli studenti, dei docenti, dei genitori e del personale non docente ad osservare talune norme che rendano concretamente possibile e serenamente vivibile la vita della scuola.

La sede delle attività formative condotte insieme da tutte le componenti è l’edificio scolastico, a disposizione della comunità nei suoi spazi e nelle sue strutture secondo le modalità previste da questo stesso regolamento; tali spazi e strutture devono essere rispettati in quanto patrimonio della comunità stessa.

Dovunque peraltro docenti e studenti siano impegnati in un’ attività formativa promossa dalla scuola, ivi pure vigono le norme di questo regolamento, perché quella è, in quel momento, la sede sussidiaria della vita scolastica.

 

 

Scarica il file in allegato!