Condividi

Sostegno all'apprendimento

Il sostegno all’apprendimento è un’opportunità didattica volta a favorire il successo formativo. Gli interventi e il supporto specifico sono programmati dai Consigli di classe sulla base dei criteri stabiliti dal Collegio dei docenti.

Tali attività potranno consistere in:

la composizione scritta,

la lettura e comprensione dei testi

l’elaborazione dei dati numerici;

la produzione di grafici e disegni;

lo studio delle lingue straniere;

lo studio delle scienze umane;

la comprensione dei fenomeni fisici, ecc.

recupero curricolare: da svolgersi in itinere nel corso delle ore di attività curricolare e destinate a singoli alunni, a uno o più gruppi classe, ovvero all’intera classe;

 

attività extracurricolari: da svolgersi in orario pomeridiano; possono consistere in:

  • corsi di recupero mirati, ai quali gli studenti con insufficienze sono tenuti obbligatoriamente a partecipare. Tuttavia, in questo caso, i genitori possono firmare una dichiarazione in cui, impegnandosi a provvedere al recupero in modo autonomo, sollevano i propri figli dall’obbligo di frequenza;

  • studio individuale con o senza sportello; in questo caso l’alunno si prepara autonomamente ed è tenuto a seguire un programma assegnato dal docente, il quale eventualmente può rendersi disponibile per attività di tutoraggio assistito. 

Al termine dei corsi di recupero saranno svolte verifiche di superamento dell’insufficienza.

 

 Sostegno allo studio fra pari

Allo scopo di sostenere gli studenti di prima nel processo di apprendimento ed al fine di offrire loro un effettivo aiuto nella gestione dello studio e del lavoro domestico (là dove sussistano ancora lacune e difficoltà) alcuni studenti delle classi quarte e terze dell’istituto danno la loro disponibilità ad affiancare i ragazzi di prima – in orario pomeridiano - per aiutarli a rimuovere persistenti ostacoli organizzativi nella comprensione e memorizzazione dei contenuti di alcune materie.

 

Sospensione del giudizio

Per gli studenti che in sede di scrutinio finale, presentino in una o più discipline valutazioni insufficienti, il consiglio di classe procede ad una valutazione della possibilità dell'alunno di raggiungere gli obiettivi formativi e di contenuto propri delle discipline interessate entro il termine dell’anno scolastico, mediante lo studio personale svolto autonomamente o attraverso la frequenza di appositi interventi di recupero. In tale caso il consiglio di classe rinvia la formulazione del giudizio finale e provvede, sulla base degli specifici bisogni formativi, a predisporre le attività di recupero. In caso di sospensione del giudizio finale, all’albo dell’istituto viene riportata l'indicazione della “sospensione del giudizio” e i voti positivi conseguiti nelle discipline.

L’Istituto, subito dopo le operazioni di scrutinio finale, comunica alle famiglie le decisioni assunte dal consiglio di classe, indicando le specifiche carenze rilevate per ciascuno studente dai docenti delle singole discipline e i voti proposti in sede di scrutinio nella disciplina o nelle discipline nelle quali lo studente non abbia raggiunto la sufficienza. Contestualmente vengono comunicati gli interventi didattici finalizzati al recupero dei debiti formativi, le modalità e i tempi delle relative verifiche che la scuola è tenuta a portare a termine entro la fine dell’anno scolastico.

La partecipazione degli studenti ai corsi estivi è obbligatoria, salvo dichiarazione dei genitori di voler provvedere in proprio alla preparazione dei propri figli. Prima dell’inizio del successivo anno scolastico si svolgeranno le prove di verifica nelle discipline con giudizio sospeso e subito dopo i Consigli di Classe si riuniranno per deliberare in merito alla promozione degli studenti che hanno sostenuto le prove di verifica del superamento del debito.