L’Ufficio Scolastico Regionale ha raccolto le esperienze innovative in tema di metodologie didattiche realizzate nelle scuole di ogni ordine e grado dell’Emilia Romagna. Progettualità raccolte in una “Call for experiences” e trasformate in giornate di studio e approfondimento, per ciascuna provincia della Regione, volte alla diffusione, allo scambio e al job shadowing fra docenti in tema di metodologie didattiche ed innovazione.  Momenti formativi per offrire ai docenti uno spazio di storytelling e riflessione sull’agito didattico e sulla progettazione condivisa.

Tra le 10 esperienze di innovazione raccolte per la Provincia di Parma, provenienti da 5 scuole, due i progetti dell’I.I.S.S. Berenini, in particolare “SurfingOnEnglish” della prof.ssa  Marzia Minotti e “Modelli Matematici” della prof.ssa Alessia Gruzza.

Attività innovative che sono state presentate il 25 maggio presso l’ITIS “L.Da Vinci” di Parma. Un incontro che rientrava nei seminari formativi per docenti e che ha visto un pubblico di oltre 60 persone.

“SurfingOnEnglish” è stato ideato dalla prof.ssa Minotti per le due Terze e la Quarta Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate, sperimentando una metodologia interattiva e alternativa, che ha integrato le lezioni tradizionali: un blog di classe tutto scritto in inglese.

I ragazzi si sono appassionati, hanno dato libero sfogo alla loro creatività, pubblicando post con contenuti personali e didattici. Il risultato è stato il potenziamento delle abilità linguistiche, la capacità di collaborare e di relazionarsi, una conoscenza più consapevole del mezzo informatico.

L'esperienza non si chiude con questo anno scolastico ma proseguirà nei successivi con nuove sfide e scoperte.

Il progetto “Modelli Matematici” della prof.ssa Gruzza è stato pensato, inizialmente, per la classe 1G Sistema Moda.  Modelli Matematici ha avuto come finalità lo studio della matematica attraverso strumenti non convenzionali, rappresentando una strategia innovativa di apprendimento utile non solo per un percorso secondario di II grado ma anche di I grado. Un percorso che ritrova nel quotidiano la matematica, come il concetto di “taglie” nella moda. Infatti dietro la determinazione delle taglie nell’abbigliamento vi è un lungo percorso storico che parte dalla Prima Guerra mondiale, dove un migliaio di reclute furono misurate per avere dati utili per creare modelli per uniformi, fino a giungere ad uno standard commerciale condiviso tra diversi stati dopo vari decenni. Matematica e calcolo, quindi, insieme a misure, cartamodelli e lavoro cooperativo tra ragazzi.


Pubblicata il 28 maggio 2017

Condividi