Il progetto “Creativity in Education”, che vede coinvolte la Direzione Didattica di Fidenza, la scuola media Zani di Fidenza, l’I.C. di Salsomaggiore e l’IISS “Berenini”, per un totale di 8 classi e quasi 200 alunni dai 7 ai 16 anni, ha preso avvio lo scorso ottobre 2017 e vedrà la sua conclusione nel giugno 2018. Il progetto nasce come sviluppo del precedente “Giochiamoci il futuro” in cui le scuole hanno introdotto la gamification nella pratica didattica. Come quello, anche “Creativity in Education” è stato reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Cariparma.

Il progetto si pone l’obiettivo di valorizzare la creatività nel processo di insegnamento-apprendimento: in un contesto sempre più complesso ed eterogeneo per etnia, cultura, livelli di competenze, non si può non tener conto dei diversi stili di apprendimento. Da tale assunto è nata l’idea di un progetto che coniughi la ricerca e la pratica didattica per un approccio nuovo, creativo appunto, senza perdere di vista i tradizionali contenuti disciplinari; per questo sono state individuate due sole discipline, matematica e inglese, da sempre “zoccolo duro” dei nostri studenti, su cui concentrare la sperimentazione. Creativity si pone quindi l’obiettivo fondamentale di promuovere il successo formativo di tutti gli alunni, valorizzandone le potenzialità personali e le inclinazioni specifiche attraverso lo stimolo della creatività nella risoluzione dei problemi (matematica) e l’acquisizione della lingua inglese.

Dopo una prima fase di formazione rivolta ai docenti, dalla primavera dello scorso anno scolastico si è entrati nel vivo della sperimentazione didattica, che si concluderà nei primi mesi del 2018: sono state messe in atto varie metodologie didattiche, dalla flipped classroom al blended learning, ma soprattutto il peer tutoring che vede i nostri studenti mettersi in gioco facendo da tutor ai loro colleghi più giovani. Le quattro classi dell’istituto Berenini coinvolte nel progetto, IIA i.t.t., IIB i.t.t., IIB L.S.A e IIC L.S.A., accompagnate dalle loro docenti di matematica e inglese, precisamente le docenti Barilli Beatrice, Cornali Simona, Ghirardi Sara e Ponticelli Ivana, si sono prima recate alle scuole medie di Salso e Fidenza, dove sono state accolte dai compagni di seconda e terza media per essere “professori” per un giorno; in una seconda fase sono stati i ragazzi delle medie a venire all’Istituto Berenini, per vivere un giorno “nella scuola dei grandi”. Forte è stato il senso di responsabilità che i nostri ragazzi hanno dimostrato: hanno accolto con entusiasmo le proposte dei docenti, hanno approfondito diverse tematiche e si sono esercitati nell’esposizione, toccando così con mano che fare i professori non è poi così scontato.


Pubblicata il 07 gennaio 2018

Condividi